谢天笑 (XIE TIANXIAO) – 幻觉 (Illusion)

Gruppo:谢天笑 (Xie Tianxiao)
Titolo:幻觉 (Illusion)
Anno:2013
Provenienza:Cina
Etichetta:Modern Sky
Contatti:
TRACKLIST

  1. 与声音跳舞 (Dancing With My Voice)
  2. 脚步声在靠近 (The Sound Of Approaching Footsteps)
  3. 笼中鸟 (Caged Bird)
  4. 把夜晚染黑 (Blacken The Night)
  5. 幻觉 (Illusion)
  6. 追逐影子的人 (The One Who Chases His Shadow)
  7. 不会改变 (It Won’t Change)
  8. 命运还是巧合 (Fate Or Chance)
  9. 让我走 (Let Me Go)
DURATA:43:07

Cinque anni sono un periodo lungo quando si parla di musica rock. Gli scenari e gli stili cambiano molto velocemente e non è detto che un progetto interessante riesca a mantenersi costantemente su buoni livelli. In Cina, per una serie di motivi, non è sempre facile essere aggiornati sulle ultime notizie riguardo la musica alternativa in generale.

Può capitare quindi di scoprire per puro caso che il personaggio più in vista del rock alternativo locale (Xie Tianxiao, vi rimando all’approfondimento pubblicato la scorsa settimana per saperne di più), dopo cinque anni dal suo ultimo album (quattro se si conta l’EP del 2009 “古筝雷鬼”), è in procinto di rilasciare la sua ultima fatica discografica. Il disco veniva dato “in omaggio” insieme al biglietto del suo tour a marzo.

幻觉 (“Illusione”) sembra volerci presentare uno Xie Tianxiao ancora una volta diverso da come l’avevamo conosciuto nell’ultimo lavoro 只有一个愿望. All’epoca, Xie era molto affascinato dalle sonorità reggae, mescolandole spesso e volentieri al suono del guzheng (strumento tradizionale a corda). Stavolta ci troviamo di fronte a un’opera, se vogliamo, più “moderna”; in copertina tornano i colori scuri e i caratteri stilizzati di qualche anno prima, non abbiamo il vero Xie nell’immagine, bensì una scultura della sua testa vista di profilo.

La principale novità musicale in questo album è l’ingresso della tastiera, che dà un sapore elettronico ad alcuni brani (“脚步声在靠近” su tutti) e permette di rivisitarne altri in sede live. Il disco risulta stavolta meno vario dei precedenti: infatti, nonostante alcuni pezzi suonino piuttosto diversi tra di loro, l’impressione generale è di maggiore coesione in termini di atmosfera, in questo senso è forse l’uscita più vicina all’esordio (che però era molto più variegato in termini sonori, pur contando su soli tre strumenti).

La produzione è molto pulita e permette di distinguere chiaramente ogni elemento, non c’è spazio per le sfuriate grezze che avevano caratterizzato i momenti finali dei primi due album (la canzone di chiusura “让我走” è comunque uno dei pezzi dal ritmo più sostenuto del lavoro). Xie non si produce nelle canoniche urla ed è come se il gruppo avesse “digerito” in maniera più coerente l’intenzione di incorporare nuove sonorità, rispetto al disco precedente che a tratti risultava troppo spezzato. Allo stesso tempo, a lungo andare quest’impressione di uniformità può stancare, mentre negli altri album era più facile restare sorpresi all’inizio di ogni pezzo. Per quanto riguarda i testi, molto dell’universo concettuale di Xie Tianxiao ruota intorno a questioni esistenziali come la percezione della realtà e la libertà di scelta. Qui vengono rimessi in discussione questi filoni, dopo un momento di relativa tranquillità testuale con l’EP.

In conclusione, 幻觉 è un disco ben suonato e prodotto, che ci mostra una nuova faccia di Xie Tianxiao. Non il più vario della sua produzione – sicuramente non il più duro – ma un buon album che amplia il repertorio del personaggio che ha sostanzialmente dato vita al rock alternativo in Cina tra anni ’90 e ’00.

Facebook Comments