ZOMBI – Escape Velocity

ZOMBI – Escape Velocity

 
Gruppo: Zombi
Titolo:  Escape Velocity
Anno: 2010
Provenienza:   Stati Uniti
Etichetta: Relapse Records
Contatti:

Sito web

 
TRACKLIST

  1. Escape Velocity
  2. Slow Oscillations
  3. Shrunken Heads
  4. DE3
  5. Time Of Troubles
DURATA: 33:06
 

Vi avverto: il sottoscritto è avvezzo a molti stili musicali aberranti e diversi. Egli non ha mai osato sconfinare con la penna in campi a lui estranei e altrimenti ostici. Cosa ne sarà il risultato? Una ciofeca enorme o un timido assaggio di quello che potrebbe essere? La fine del Mondo, nel vero senso del termine?

Timido è l'inizio di questo disco. Mi ricorda essenzialmente Jean Michel Jarre in tutti i suoi ingredienti. Tutti gli ingredienti? Non proprio. Zombi vive anche di percussioni veramente umane… e non in senso fantozziano (scusate l'ironia, era più forte di me). Il contrasto fra modernismo e tradizionalismo è avvincente. Un momento però… le tastiere sono strumenti moderni. Com'è l'esecuzione? Questa è legata agli Anni Ottanta e ricorda un poco film dell'epoca grazie a un tocco d'epicità "vintage".

Le tracce suggeriscono pensieri di vacanze balneari, non quelle solite a Cesenatico, no; vi troverete a nuotare con delfini, sarete sul vostro asse a surfare le onde perfette di questo Mondo, le profondità astrali e misteriose dei nostri mari vi amalieranno con le loro creature strane e più bizzarre. Verde smeraldo e blu acquamarina sono le tonalità che più calzano a questo lavoro lontano dai campi che semino di solito.

Suggerimenti di Techno Trance potranno spaventare qualche ascoltatore estraneo agli stili più commerciali. Come detto all'inizio, le influenze classiche fanno da padrone in quest'opera "post-moderna". Alcune scale potranno sembrare alquanto ripetitive e monotone. Chi se ne frega? Complessivamente questo lavoro è vivace, poco pretenzioso e pieno di energia. Lasciate stare il commercio. Zombi vi riporterà sulla buona strada.

Facebook Comments