DESTRUKTOR – Nailed

 
Gruppo: Destruktor
Titolo:  Nailed
Anno: 2009
Provenienza:  Australia
Etichetta: Hell's Headbangers Records
Contatti:

Sito web

 
TRACKLIST

  1. Embrace The Fire
  2. The Epitome
  3. Inspiration Suicide
  4. Violence Unseen
  5. Nailed
  6. Forward We March
  7. Meccademon
  8. Endless Reign Of Terror
  9. After Death Murmurs
  10. Spawning The Immortal
DURATA: 45:24
 

Glenn Destruktor? Questo nome lo conosco. Qualche anno fa gli scrissi per alcune registrazioni che non trovavo più in commercio. La comunicazione fu soddisfacente, ma i prezzi da lui presentati erano esagerati. Non vedo che interesse ci sia nell’offrire dischi a peso d’oro, a gente che conosce il mercato e che ha lunga esperienza in scambi o acquisti.

Fui sorpreso ascoltando "Nailed". Le incisioni più vecchie dei Destruktor offrivano thrash annerito e molto sporco, qui invece ci troviamo di fronte ad un black/thrash che attacca bottone con il death. Sulla foto in copertina risalta un Glenn Destruktor che ha rinunciato ai capelli lunghi, presentandosi pelato, con tanto di maglietta dei Blasphemy e catene sul petto. Dopo tutto il war metal tende sempre più a diventare una moda. Calcolo? Forse, ma tutto ciò non è rilevante. Già che parliamo del CD, tengo a notare che il layout è veramente riuscito, così come la stampa della copertina. L’inserto è di carta spessa con il logo impresso nel materiale di base. Il rilievo é accentuato con colore metallico ed è veramente elegante a vedere o, come dicono i francesi, "très chic".

I pezzi non presentano assolutamente nulla di nuovo. Non aspettatevi esperimenti o giochi tecnici. Il gruppo mira solamente a offrirvi musica dura e veloce, con lo scopo di farvi divertire. I riff sono precisi e veloci. La batteria non dà alcuna tregua al vostro collo che sta già spaccandosi. Fregatevene! Perché ascoltate metal? Giusto! Per sbattere la testa fino all’auto decapitazione!

Per finire: tutti gli amici di musica poco impegnativa, dura e veloce, dovrebbero dare un’ascoltatina a questo disco. Potranno sempre decidere se poi acquistarlo o no. Sono comunque convinto che la maggior parte di loro ne sarà entusiasta.

Facebook Comments