THE NEGATIVE BIAS – Lamentation Of The Chaos Omega

 
Gruppo: The Negative Bias
Titolo: Lamentation Of The Chaos Omega
Anno: 2017
Provenienza: Austria
Etichetta: ATMF
Contatti:

Sito web  Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. The Golden Key To A Pandemonium Kingdom
  2. Journey Into The Defleshed Paradise
  3. Tormented By Endless Delusions
  4. The Undisclosed Universe Of Atrocities
  5. Cryptic Echoes From Beyond Dimensions
  6. And Darkness Should Be The End Of Cosmic Faith
DURATA: 42:17
 

Per quanto The Negative Bias sia un progetto al debutto, i musicisti alle sue spalle sono tutto fuorché di primo pelo: I.F.S., passato da queste parti dietro il microfono degli Alastor, è il principale ideatore, nonché cantante e scrittore di tutti i testi, anche se forse non il nome più illustre. Agli strumenti troviamo, infatti, Stefan Traunmüller, un veterano del sottobosco metallaro austriaco e mente alle spalle (tra gli altri) dei Golden Dawn, nome storico della scena alpina che nei primi anni '90 figurava in quel sindacato cui partecipavano anche Summoning, Abigor e qualche altro blasfemo giovinastro.

Gli anni passano, il mal di vivere resta: I.F.S. e Traunmüller nel corso del tempo hanno pubblicato la propria musica attraverso diversi altri nomi, fino ad approdare, nel 2016, ai The Negative Bias. Il progetto è arrivato direttamente sull'etichetta triestina nel 2017 con "Lamentation Of The Chaos Omega", album che a detta loro «vi trasformerà nella creazione dell'infinito, un incubo trascendentale dalle profondità dello spazio più oscuro». Parole indubbiamente un po' altisonanti, ma "Lamentation…" sicuramente regala una piacevole dose di mazzate.

Per quanto presentato come black metal di stampo atmosferico e sebbene melodie e suoni non esageratamente impenetrabili, il debutto dei The Negative Bias è compatto, bello quadrato, moderno nel modo di intendere il genere, con un retrogusto (molto) vagamente industriale à la Havoc Unit. C'è poi qualche spazio in cui si insinuano effetti e campionature di vario genere e tipo, ma "Cryptic Echoes From Beyond Dimensions" risulta poco più di un interludio alla luce del disco nella sua interezza, nonostante i sei minuti e spicci di durata. Per definirsi come una band ambient black metal bisognerebbe mescolare le due cose, non scrivere un disco black metal e poi infilarci in mezzo una traccia diversa, tuttavia al di là delle definizioni l'importante è che "Lamentation…" funzioni.

L'unica nota amara in bocca è data dalla mancanza dei testi all'interno del digipak e online: parte del divertimento, con un concept album, è proprio quello di scoprire il concept, ma se questo non viene reso pubblico, l'operazione diventa complicata. In questo caso si menziona un «complesso storyboard concettuale», però non vengono fornite ulteriori informazioni. Peccato, perché al netto di ciò i T.N.B. si sono presentati con buone premesse e qualche riff davvero meritevole. Sarà un piacere vedere che strada prenderanno in futuro.

Facebook Comments